Il sovescio: Perché ? Come ? Rammentiamo alcuni punti importanti per chi si avvicina alla coltura del sovescio 1) Per avere un effetto durevole a favore del tenore in umus del suolo, il sovescio va praticato regolarmente. 2) E' molto importante coltivare più piante in modo di incrementare il numero e la variabilità  dei micorganismi collegati a quelle piante. Le famiglie di microrganismi della rizosfera ( "manicotto" che avvolge le radici ) e le secrezioni dell'apparato radicale proprie ad ogni specie concorrono ad ottenere una biodiversità  ad ampio raggio con il conseguente aumento della fertilità  del suolo. Quindi coltivare miscugli di piante da sovescio oppure cambiare ogni anno specie. 3) Per ogni pianta da sovescio la parte costitiuta delle radici produce un effetto sovescio migliore rispetto alle parte aeree. Infatti l'apparato radicale essendo più ricco di fibre si degrada più lentamente rispetto a culmi e foglie a loro volta composte da zuccheri altamente fementescibili e degradabili. INOLTRE 1) Il tempo tra la trinciatura del sovescio e la messa a dimora della coltivazione successiva deve essere di almeno 20 giorni 2) Trinciare prima o durante la fioritura, meglio se con asse orizzontale. 3) E' sempre preferibile effettuare un buon mulch superficiale prima di incorporare il sovescio nei primi 10 - 15 cm di suolo. Ad eccezzione delle pianta biocide come le crucifere che devono essere incorporate immediatamente dopo la trinciatura per attivare la "fumigazione naturale". 4) Irrigare se non piove
1 Prodotti/o
 Griglia   Lista